24 apr 2019

Il Dottorato e la Scuola: scarica la Guida dell'ADI


Il dottorato è compatibile con l'insegnamento a scuola? E l'assegno di ricerca? L’iscrizione al dottorato è compatibile con l’iscrizione ai percorsi per conseguire i 24 CFU?
Queste sono solo alcune delle domande che spesso ci vengono fatte. Per chiarire i tanti dubbi su dottorato e mondo della scuola abbiamo abbiamo realizzato delle FAQ che rispondono alle principali domande su:
- accesso all'insegnamento per dottorandi e dottori di ricerca;
- compatibilità tra insegnamento e dottorato di ricerca;
- compatibilità tra insegnamento e assegno di ricerca o borsa post-dottorato;
- dottorato e docenti di ruolo;
- dottorato e docenza a tempo determinato;
- valorizzazione del dottorato nel futuro percorso di reclutamento;
- insegnamento, borse di ricerca, assegni di ricerca, RTD.

Scarica la Guida dell'ADI "Il Dottorato e la Scuola".

14 mar 2019

"LOTTO" MARZO! Le ricercatrici di ADI Benevento si uniscono allo sciopero di #nonunadimeno



ADI Benevento, in occasione dell’8 marzo, ha scelto di sostenere “Non una di meno” partecipando allo sciopero femminista globale.
[…] Oggi scioperiamo dalle discriminazioni sui luoghi di lavoro, dai piatti da lavare, dai sorrisi che dovremmo dispensare sempre e comunque, dagli stereotipi a cui vorreste relegarci, dalle gabbie in cui spesso siamo bravissime a rinchiuderci.
Scioperiamo perché ci dite che ce la siamo cercata, che non abbiamo urlato abbastanza; perché non ci credete e ci usate per instillare odio e razzismo; scioperiamo da chi vorrebbe decidere del nostro corpo, sottrarci la scelta di essere madri o meno; scioperiamo da chi lascia le nostre sorelle migranti a morire in mezzo al mare o le espone ancora di più alla tratta; scioperiamo da chi pensa che faremmo meglio a stare a casa, da chi vorrebbe toglierci la possibilità di divorziare.
Scioperiamo anche da chi pensa che non ce ne sia bisogno o da chi vorrebbe dirci come scioperare; scioperiamo con tutte le donne del mondo, scioperiamo per tutte quelle che non ci sono più, ma anche per tutte quelle che verranno; scioperiamo perché senza di noi non c’è nessun cambiamento.
E scioperiamo perché vogliamo ricucire i legami che il Patriarcato ha spezzato, vogliamo tessere nuove alleanze femministe sul nostro territorio, che siano motore di cambiamento, di noi stesse e della società. #nonunadimeno (link)









23 nov 2018

Riunione ADI Benevento del 21/11/2018

La sera del 21/11/2018 ADI Benevento si è riunita presso la Libreria indipendente Masone Alisei. Ci confrontati su diversi temi riguardanti il dottorato di ricerca, la scuola, la valorizzazione del titolo in PA e imprese, e la campagna FLC CGIL - ADI #ricercatorideterminati. Grazie a tutti i presenti ed in particolare ai relatori Annalisa Apicella (ADI Salerno) e Josè Stancarone (Adi Bari).

Per approfondimenti:
Campagna FLC CGIL - ADI #ricercatorideterminati (link)
DIS COLL (link)
Valorizzazione PA e Imprese (link)
Budget 10% (link)









30 ott 2018

Nuova guida ADI alla DIS-COLL!!!
(indennità di disoccupazione per dottorandi e assegnisti di ricerca)




25 ott 2018

Agevolazioni per il trasporto pubblico.

ADI incontra i vertici della Regione Campania

La mattina del 28/09/2018, presso la Regione Campania, la coordinatrice di ADI Salerno, ing. Lucia Baldino, ha partecipato, insieme al Presidente del Consorzio UnicoCampania, dott. Gaetano Ratto, a un tavolo di discussione convocato dal Presidente della IV Commissione Consiliare Permanente Trasporti, Urbanistica e Lavori Pubblici, ing. Luca Cascone, avente come ordine del giorno la possibilità di estendere anche ai dottorandi di ricerca residenti in Campania le agevolazioni per il trasporto pubblico. La proposta presentata dall'ing. Baldino, condivisa con il coordinamento di ADI Napoli e ADI Benevento, ha trovato interesse da parte dei presenti. In particolare, è stato proposto per i dottorandi residenti in Campania e con età non superiore a 35 anni, di poter usufruire dei trasporti in modalità gratuita o agevolata tenendo conto dell'ISEE."La possibilità di estendere la mobilità sostenibile - gratuita o agevolata - anche ai dottorandi di ricerca, è sicuramente un segnale importante da parte della Regione Campania che, anche in questa occasione, ha confermato l'attenzione verso il merito e la cultura. Questa azione va nella giusta direzione rispetto a una categoria, quali i dottori di ricerca, purtroppo ancora oggi non pienamente valorizzata e su cui stiamo lavorando su più versanti come Associazione. Colgo l'occasione per ringraziare il Presidente Cascone per la disponibilità, il Presidente Ratto per la collaborazione e soprattutto il Governatore Vincenzo De Luca che ha dimostrato, con queste misure, lungimiranza, sensibilità e concretezza.”, dichiara Lucia Baldino. 
Per noi di Benevento è una vittoria molto importante. Sono in tanti i fuorisede che in assenza di agevolazioni per l'alloggio si ritrovano costretti a viaggiare con i mezzi pubblici. 



24 ott 2018

Budget 10% anche all’Università del Sannio


ADI Benevento è nata dall'esigenza da parte di un gruppo di dottorandi dell’Università del Sannio di raccogliere informazioni riguardo il cd. “Budget 10%”. Grazie anche alle nostre sollecitazioni, da quest'anno l'UniSannio ha stanziato dei fondi destinati alla sua copertura.


Cos’è il “budget 10%”?
Sulla base di quanto previsto dall'art. 9 comma 3 del DM 45/2013 (LINK)  “a decorrere dal secondo anno a ciascun dottorando è assicurato, in aggiunta alla borsa e nell'ambito delle risorse finanziarie esistenti nel bilancio dei soggetti accreditati a legislazione vigente, un budget per l'attività di ricerca in Italia e all'estero adeguato rispetto alla tipologia di corso e comunque di importo non inferiore al 10% dell'importo della borsa medesima. Se il dottorando non è valutato positivamente ai fini del rinnovo della borsa, ovvero rinuncia ad essa, l'importo non utilizzato resta nella disponibilità dell'istituzione, per gli stessi fini”.
Si tratta, quindi, di un budget individuale che può essere utilizzato dal dottorando per far fronte alle numerose e talvolta impreviste spese legate all’attività di ricerca sia in Italia che all’estero. Il suo importo è pari al 10% della borsa di studio e rappresenta una soglia minima che deve essere garantita a partire dal secondo anno di dottorato. Essendo una soglia minima, il dottorando ha il diritto di investire entro la fine del suo percorso di formazione tutta la cifra messa a disposizione, a meno che non sia valutato negativamente per il rinnovo della borsa di studio ovvero rinunci ad essa.

A chi spetta?
Il Budget 10% spetta a tutti i dottorandi con e senza borsa, secondo quanto stabilito dalla Nota ministeriale del 14/04/2017 (requisito A6 II) avente come oggetto le linee guida per l’accreditamento dei corsi di dottorato (LINK).
Per quanto riguarda il budget 10% per i dottorati innovativi, nel rispetto della normativa nazionale PON R&I 2014-2020, Asse I “Investimenti in Capitale Umano” - Azione I.1 “Dottorati innovativi con caratterizzazione industriale”, viene riconosciuto il “40% dei costi ammissibili” che include anche la quota del 10% dell’importo della borsa percepita dal dottorando e a questo destinata a partire dal secondo anno per sostenere l’attività̀ di ricerca in Italia e all'estero.

Quali spese sono ammesse?
Il budget può essere utilizzato per esigenze congrue con le finalità del corso di dottorato, nel rispetto di quanto previsto dai regolamenti vigenti in materia di dottorato, nonché delle norme di contabilità pubblica e dai regolamenti di Ateneo. Solitamente, dai decreti rettorali risultano essere ammissibili  le seguenti tipologie di spese:

1. mobilità della ricerca, sia in Italia che all'estero;
2. iscrizione a convegni, sia in Italia che all'estero;
3. iscrizione a corsi di formazione, a summer o winter school, a corsi di lingua;
4. acquisto di materiale bibliografico e strumentale;
5. pubblicazioni.

Essendo destinato ad attività di ricerca sia in Italia che all'estero, il budget andrebbe considerato cumulabile con la maggiorazione del 50% della borsa prevista per periodi di studio all'estero (D.M. 45/2013, art. 9 comma 2).

Come usufruire di questo budget?
La normativa vigente (DM 45/2013) lascia agli Atenei e ai relativi dipartimenti la possibilità di redigere regolamenti e linee guida proprie riguardo le procedure da seguire per l’utilizzo di questo budget, aumentando di conseguenza la discrezionalità tra le varie università del territorio nazionale. In linea generale, il dottorando dovrebbe richiedere per via scritta al Direttore del Dipartimento e/o al Coordinatore del Corso di Dottorato un’autorizzazione a compiere la spesa. Una volta verificata la copertura economica da parte del Responsabile amministrativo, la spesa viene autorizzata compatibilmente con i regolamenti vigenti e il dottorando potrà richiedere il rimborso a piè di lista.

...e all’UniSannio?
Come emerso da una recente indagine dell'ADI - Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani (LINK), alcune università non erogano il 10% aggiuntivo sul budget di ricerca o ne limitano l’utilizzo. Altre si rifiutano, invece, di riconoscere il diritto all'accesso a questi fondi extra per i dottorandi non borsisti, quando invece le linee guida del MIUR lo prevedono (Nota ministeriale del 14/04/2017). La sede locale ADI Benevento è nata proprio dall'esigenza da parte di un gruppo di dottorandi dell’Università degli Studi del Sannio di raccogliere informazioni riguardo la situazione del budget 10% presso il proprio Ateneo. Grazie anche alle nostre sollecitazioni, da quest’anno l'UniSannio ha stanziato dei fondi destinati alla copertura del budget 10% per tutti i dottorandi! Tuttavia, a causa dell’assenza di ben definite linee guida, molti dottorandi non riescono ancora ad aver accesso a questo fondo e, dinanzi a difficoltà di carattere burocratico, continuano a brancolare nel buio impossibilitati a pianificare nel modo opportuno le proprie spese per la ricerca.

Cosa propone ADI Benevento?
ADI Benevento, in collaborazione con il consiglio nazionale ADI e con le Aree Tematiche, sta elaborando una bozza di linee guida redatta sulla base di una meticolosa ricerca sulla gestione del budget 10% degli Atenei italiani, già proposta ad alcuni referenti di Ateneo. In questa bozza sono state indicate le linee di indirizzo, le modalità di richiesta autorizzazione e di rimborso (con fac-simile dei moduli), la misura ed i limiti di spesa secondo quanto riportato nella GU n. 132 del 2011 (LINK).
In particolare, ADI Benevento, nella definizione del documento, ha voluto sottolineare alcuni aspetti salienti delle proposte avanzate:

  • il budget deve essere garantito a tutti i dottorandi con e senza borsa
  • Per materiale strumentale deve essere inteso il materiale di consumo che può essere acquistato con il budget del dottorando solo se il Fondo di Funzionamento Ordinario del dipartimento non ne prevede la copertura
  • Il budget del secondo anno dovrebbe essere cumulabile con quello del terzo, permettendo al dottorando di gestire la somma in base alle specifiche esigenze
  • Il budget 10% dovrebbe essere cumulabile con la maggiorazione 50% per attività di ricerca all'estero
  • per mobilità si devono intendere tutte quelle attività di ricerca che si svolgono al di fuori della sede di appartenenza
  • L’autorizzazione alla mobilità deve intendersi obbligatoria, indipendentemente dalla possibilità di essere rimborsati o meno, al fine di garantire la copertura assicurativa al dottorando
In attesa di ulteriori aggiornamenti, ADI Benevento chiede a tutti gli interessati di contribuire con idee e proposte alla stesura di questo documento. Inoltre ADI Benevento mette a disposizione di tutti i dottorandi e degli uffici dell'UniSannio le proprie competenze e risorse umane per una costruttiva collaborazione ed invita dottorandi e dottori di ricerca (afferenti o meno all'Ateneo) a seguirci e a partecipare alle attività di ADI.

Scrivi a benevento@dottorato.it per essere aggiunto alla mailing list.
Seguici su Facebook e iscriviti al nostro gruppo.
Seguici anche su Twitter!

18 lug 2018

Valorizzazione Dottorato nella Pubblica Amministrazione: le proposte ADI


ADI ha portato oggi al Ministero della Pubblica Amministrazione le sue proposte per la per la Valorizzazione del titolo di Dottorato nel settore pubblico. Il sottosegretario On. Mattia Fantinati le ha accolte con interesse e si è impegnato a valutarle prima del prossimo incontro.

In sintesi, ADI propone:
  • Creazione di canali di accesso dedicati per i dottori di ricerca nei concorsi pubblici;
  • Valorizzazione del titolo in sede concorsuale;
  • Riconoscimento del dottorato come esperienza lavorativa;
  • Reintroduzione del diritto al congedo per il conseguimento del primo dottorato di ricerca, sottraendolo alla discrezionalità del dirigente;
  • Valorizzazione del dottorato di ricerca ai fini delle progressioni economiche.
La proposta completa è consultabile sul sito di ADI: clicca qui.



9 lug 2018

Valorizzazione Dottorato nelle imprese: la piattaforma aperta ADI e FYD


ADI e Find Your Doctor presentano una piattaforma aperta per la valorizzazione del Dottorato nel mondo delle imprese.

Le proposte realizzate riguardano:
  1. Formazione
  2. Autonomia professionale
  3. Job placement
  4. Sostegno all'innovazione
  5. La figura professionale del dottore di ricerca
  6. Piano di investimenti pubblici e sistema della ricerca applicata
ADI Benevento ha partecipato alla realizzazione della piattaforma e si unisce all'invito lanciato sul sito di ADI e rivolto a tutte le organizzazioni, le fondazioni, i soggetti istituzionali e i singoli colleghi a contribuire attivamente ad arricchire le nostre proposte.  

E' possibile inviare i propri commenti e le proprie idee all’indirizzo valorizzazione@dottorato.it oppure confrontarsi con l'Area Tematica Valorizzazione di ADI Benevento scrivendo a benevento@dottorato.it.

8 giu 2018

Verità per Giulio Regeni e Free Amal Fathy


ADI e ADI Benevento chiedono libertà e giustizia per i consulenti della famiglia di Giulio Regeni perseguitati in Egitto. Amal Fathy è ancora in carcere e Giulio, dottorando italiano brutalmente ucciso due anni fa in Egitto, non ha ancora trovato giustizia. 

ADI, che aderisce alla campagna "Verità per Giulio", promuove lo sciopero della fame lanciato dalla mamma di Giulio e lancia la fotostaffetta #FreeAmalFathy.


Seguici su Facebook e iscriviti al nostro gruppo
Scrivi a benevento@dottorato.it per essere aggiunto alla nostra mailing list. 

27 feb 2018

Dottorandi e dottori di ricerca Unisannio si uniscono all'ADI


Il Consiglio nazionale dell'ADI (Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani) ha approvato all'inizio di quest'anno la costituzione della sede di ADI Benevento

I dottorandi e i dottori di ricerca che frequentano o hanno frequentato l'Università del Sannio si uniscono alla rete di Ph. D. più grande d'Italia e saranno rappresentati da ADI  dentro e fuori la vita accademica.

Un ringraziamento speciale ai soci fondatori:

Francesco Izzo
Ada De Matteo
Rosanna Bruno
Agostino Meo
Evelina Compare
Daniela Sateriale
Simona Gramazio
Giuseppe Ruzza
Vittorio Catani
Chiara Germinario
Antonella Furno

Enrica Picariello